Scopri la nuova piattaforma di live streaming proveniente dagli USA pronta a sconvolgere Twitch!

Sei un appassionato di videogiochi e di streaming? Allora potresti essere già a conoscenza di Twitch, la piattaforma che ha preso d'assalto l'Italia durante il lockdown. Se invece non hai mai sentito parlare di Twitch, preparati ad essere sorpreso!

Twitch, la piattaforma del momento

Twitch ha visto la luce nel 2011 negli USA, ma è solo negli ultimi anni che ha raggiunto un successo mondiale. Nata per i videogiochi e gli eSport, oggi è una piattaforma di intrattenimento online, con milioni di utenti che la visitano quotidianamente.

Durante il lockdown, Twitch ha conquistato il cuore degli italiani. Ma perché? La risposta è semplice: è diventato uno strumento di comunicazione vitale in un periodo in cui le persone erano costrette a restare a casa.

Bobo Tv, l'influencer che ha sfruttato al meglio Twitch

In Italia, uno dei primi a capire il potenziale di Twitch è stato la Bobo Tv, un influencer che ha trasformato la sua passione per i videogiochi in un vero e proprio lavoro da streamer. Il suo esempio è stato seguito da molti altri, che hanno visto in Twitch una nuova opportunità di guadagno e di connessione con il pubblico.

Kick, la nuova piattaforma che sfida Twitch

Ma negli Stati Uniti è nata una nuova piattaforma chiamata Kick, che sta facendo tremare Twitch. Kick è stata creata da Stake.com, un'azienda specializzata nel gioco d'azzardo, ed ha deciso di entrare in competizione diretta con Twitch. Ma qual è il suo segreto?

La differenza principale tra Kick e Twitch sta nei guadagni degli streamer. Mentre Twitch offre il 50% dei guadagni agli streamer, Kick ha deciso di offrire il 95%. Un'offerta allettante che ha spinto molti creator a cambiare piattaforma e a portare con sé il loro pubblico.

Kick è stata lanciata inizialmente negli Stati Uniti, dove ha ottenuto un successo immediato. Ma ora l'obiettivo è l'Europa, e sembra che ci siano già delle trattative in corso con importanti streamer italiani per farli traslocare da Twitch a Kick.

Twitch o Kick?

Non vogliamo convincervi a puntare su Kick, potrebbe essere un azzardo. Tuttavia, la saturazione del mercato di Twitch potrebbe rendere Kick una valida alternativa per gli streamer italiani.

Se sei un appassionato di streaming e vuoi scoprire nuove opportunità, non puoi perderti Twitch e Kick. Segui i tuoi streamer preferiti e resta sempre aggiornato sulle ultime novità di questo affascinante mondo.

Ricordiamo inoltre come l'innovazione tecnologica, spesso proveniente dagli Stati Uniti, abbia avuto un impatto significativo sulle nostre vite. Piattaforme come Facebook e Twitch hanno cambiato il modo in cui ci relazioniamo e ci intratteniamo. In particolare, Twitch ha avuto un grande successo negli Stati Uniti e, durante il lockdown, anche in Italia.

E tu cosa ne pensi di questa nuova piattaforma? Saresti disposto a provare Kick o preferisci rimanere fedele a Twitch?

Scopri la nuova piattaforma di live streaming proveniente dagli USA pronta a sconvolgere Twitch!
Scopri la nuova piattaforma di live streaming proveniente dagli USA pronta a sconvolgere Twitch!


"Ogni nuova invenzione è figlia di quella precedente, così come ogni nuova era è figlia di quella passata." - Niccolò Tommaseo. Questa massima ci ricorda quanto la storia sia un ciclo continuo di innovazioni, e la recente nascita di Kick, la piattaforma di streaming che sfida il gigante Twitch, ne è un esempio lampante. L'ingresso di Kick nel mercato non è solo una sfida tecnologica, ma anche culturale, specialmente nel nostro paese dove Twitch ha trovato terreno fertile durante il lockdown. L'offerta del 95% dei guadagni agli streamer è un elemento di rottura, una mossa audace che potrebbe riscrivere le regole del gioco. Il coinvolgimento nel mondo della Formula Uno, poi, è una strategia di marketing che potrebbe fare la differenza, sfruttando la passione degli appassionati per guadagnare visibilità. La domanda che ci poniamo è: siamo pronti a scommettere su Kick? La risposta non è semplice, ma una cosa è certa: nel mondo digitale, così come nella vita, chi non rischia non rosica. E forse è arrivato il momento per gli streamer italiani di valutare nuove frontiere.

Lascia un commento